Vaporiere di bambù, in cosa differiscono da quelle elettriche o a gas

Cosa distingue una vaporiera di bambù da una elettrica o a gas? Che sia in bambù o in altri materiali, il metodo non cambia. Si mette dell’acqua in pentola, la si porta ad ebollizione e il vapore che si sprigiona serve a cucinare i cibi, senza l’aggiunta di grassi, in modo leggero, salutare e digeribile. Anche il gusto ci guadagna, perché questo antico metodo di cottura preserva le naturali proprietà dei cibi, anche in fatto di gusto e sapori, che rimangono inalterati a differenza degli alimenti lessati che a fine cottura risultano insipidi. Nell’uso della vaporiera di bambù va presa una pentola dove mettere l’acqua da far bollire e quando bolle si sistemano i cestelli di questo tipo di modello nella parte superiore della pentola, facendo cuocere i cibi al vapore, a fuoco spento.

Invece dell’acqua si può mettere del brodo o, in alternativa, una soluzione di acqua e spezie per far sì che gli effluvi aromatici si diffondano piacevolmente in casa, rendendo i cibi ancora più invitanti. Oltre alle vaporiere di bambù esistono diverse varianti di questo articolo, in particolare le vaporiere alimentate a gas o a elettricità. Le vaporiere elettriche sono multicestello, a differenza di quelle a gas che ne contano soltanto uno e, a differenza delle varianti di bambù, dispongono di cavità per l’eventuale inserimento di spezie o altre essenze aromatiche. Le vaporiere a gas differiscono da quelle in bambù per i tempi di cottura che nelle prime sono, solitamente, più lunghi anche se garantiscono risultati eccellenti. Inoltre, mentre i cestelli delle vaporiere elettriche o a gas possono essere lavati anche in lavastoviglie, quelli dei modelli di bambù no per ovvii motivi.

Si spiega anche per questo il prezzo basso che connota questi prodotti, che comunque restano delle valide alternative alle altre vaporiere, in quanto il bambù è un materiale ‘bio’ che non intacca, minimamente, i sapori dei cibi. Le vaporiere di bambù hanno riportato in auge un antico metodo di cottura tradizionale di origine cinese, fatte intrecciando i bambù per realizzare i cestelli da porre sopra la pentola con l’acqua bollente. In genere, si utilizzano per cotture alla ‘cinese’, quindi, riso, pesce e altri alimenti della cucina tradizionale asiatica. Se vuoi sapere tutte le altre caratteristiche leggi la guida per la scelta di una vaporiera.