Mangiapannolini per neonati: come si usa?

Chi ha un neonato in casa, sa bene quanto aumenti la produzione di spazzatura tra le quattro mura. E soprattutto negli ultimi anni, dove l’asticella dell’attenzione per la raccolta differenziata si è alzata di molto, non è sempre semplice gestire la presenza di alcuni rifiuti come i pannolini. Ci sono, infatti, dei giorni stabiliti a settimana per poterli gettare. Prima di allora, vanno tenuti in casa o all’esterno sui balconi. E quando si vive in un’abitazione piccola, il problema sembra dunque amplificato, così come l’odore. Come fare allora? Negli ultimi anni ad avere la meglio sono i cosiddetti “maialini“: si tratta di bidoni finalizzati a raccogliere soltanto i pannolini dei bambini. Il mangiapannolini è in grado anche di isolare i cattivi odori. Insomma una vera e propria trovata geniale per non far impazzire mamma e papà.

Il funzionamento

Il mangiapannolino è molto semplice da utilizzare così come illustrato nei dettagli su www.mangiapannolino.it. Si tratta di un contenitore della spazzatura in cui inserire appunto i pannolini che a loro volta verranno sigillati in modo automatico all’interno di un sacchetto di plastica. L’odore, dunque, non fuoriuscirà e non invaderà più le nostre quattro mura. Di modelli in commercio ne esistono davvero tanti. Il “maialino” è diventato ai giorni nostri un oggetto di cui non si può fare a meno: in tutte le famiglie di oggi ce n’è uno. Si tratta di un prodotto funzionale per far fronte alla sporcizia.

Com’è fatto

I “maialini” si differenziano tra loro per forma, capienza, caratteristiche e tipi di sacchetti. La scelta va fatta in base alo spazio che si ha a disposizione in casa, alle vostre esigenze e a quelle dei vostri bambini. Il mangiapannolini è solitamente caratterizzato da un cestino e da sacchetti in plastica che si sigillano in modo automatico nel momento in cui viene gettato il nostro rifiuto. Non appena mamma e papà infilano all’interno del cestino un pannolino puzzolente, un sacchetto lo chiuderà in modo ermetico. Non sarà allora più il caso di tapparsi il naso per il tanfo. Questi articoli sono molto utili oltre che molto semplici da utilizzare. Fare uso di un “maialino” è un vero gioco da ragazzi: sarà utile sin dai primi giorni del piccolo, quando sono richiesti continui cambi, ad almeno fino ai due anni del bambino. Il mangiapannolino rappresenta anche un regalo molto gradito per mamma e papà alle prese con i primi cambi dei rispettivi neonati.